Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo

Menu
Sei in: Home / Musei / Toscana

Museo nazionale della Certosa monumentale di Calci

Calci

La Certosa, fondata nel 1366 grazie al sostegno economico di illustri famiglie pisane, sorge fra gli ulivi della Valgraziosa, piuttosto isolata dall'abitato di Calci, da cui dista circa 1 Km. Al convento si accede da due viali con un suggestivo percorso pedonale dai quali si gode della vista prospettica della doppia facciata del complesso. Quella più esterna, bassa, era destinata a funzioni  alle quali potevano accedere anche gli abitanti della zona: la farmacia, la cappella di San Sebastiano o delle donne, il parlatorio, e, separata dalla corte d’onore, ampio spazio verde a prato, la facciata del monastero vero e proprio nel cui centro è la spettacolare facciata della chiesa, rivestita in marmo bianco, con uno scalone a doppia rampa e il coronamento del timpano con la statua dell’Assunta fra angeli. 

Il convento, monastero di clausura dell’ordine certosino di San Bruno, fu soppresso in epoca napoleonica prima, e sabauda poi, ma fu nuovamente abitato dai monaci fino al 1969 quando lo abbandonarono definitivamente.

Nella Certosa sono aperti al pubblico gli ambienti dedicati alla vita eremitica, il chiostro grande lungo i cui bracci sono disposte le 15 celle dei monaci, una delle quali aperta alla visita,  gli ambienti di natura religiosa, la chiesa e le cappelle e quelli dove si svolgeva la vita cenobitica, il refettorio e il capitolo. 

Nella sagrestia è esposta la Bibbia atlantica, straordinario codice miniato del XII secolo in quattro volumi; la visita alla  parte monumentale si conclude con la foresteria granducale, il chiostro delle foresterie, la quadreria e i lunghi corridoi le cui pareti sono arricchite da raffinate decorazioni ad affresco.

Nella Chiesa, riaperta al pubblico dopo i lavori di restauro, si possono nuovamente ammirare il Coro dei Padri, l’Altare maggiore e i due Angeli in marmo di Andrea Vaccà. 

La Certosa ospita il Museo di Storia naturale dell’Università di Pisa  allestito principalmente nei locali di servizio del monastero: il grandioso granaio, lungo circa 100 metri, il frantoio, le lavanderie, i cortili di servizio per le attività agricole.

Visita la Certosa anche con MusAR, la nuova app dedicata ai beni artistici e musicali. Scaricala gratuitamente da Google Play e Apple Store e scopri un percorso di storia, arte e musica che si sviluppa in quattro tappe in realtà aumentata, lungo l'itinerario di visita. I contenuti di MusAR-Calci possono essere consultati anche in modalità off-line per approfondire gli argomenti, rivivere l’esperienza e rivedere i luoghi e le opere.

La Certosa monumentale di Calci riapre al pubblico mercoledì 15 luglio 2020. Prenotazione obbligatoria.

Giorni, orari di apertura e modalità di ingresso:

Dettaglio orario (1)

I visitatori potranno accedere al museo dal martedì alla domenica con visite accompagnate esclusivamente ai seguenti orari e previa  prenotazione obbligatoria al n. telefonico della Certosa +39 050 93 8430, in orario di apertura, o alla mail: drm-tos.certosadicalci@beniculturali.it

- Da martedì a sabato e prima domenica del mese ingresso esclusivamente con visita accompagnata a cura del personale alle ore 9.00, 10.30, 12.00, 13.30, 15.00, 16.30, ultima visita ore 18.00.

- 2a, 3a, 4a e 5a domenica del mese e festivi ingresso esclusivamente con visita accompagnata a cura del personale ore 9.00, 10.30, 12.00, 12.30

Biglietti: Intero € 5.00. Ridotto € 2.00. Riduzioni e gratuità secondo le norme di legge previste per i musei statali.

* I visitatori prenotati si dovranno presentare tra 10 e 5 minuti minuti prima dell’orario di ingresso presso la biglietteria del museo per l’acquisto del biglietto.

* Per accedere al museo i visitatori dovranno indossare la mascherina. Le mascherine non possono essere fornite dal museo.

* All'ingresso esterno del sito non è consentito alcun assembramento. L’eventuale attesa dovrà svolgersi osservando il distanziamento di almeno un metro e mezzo (1,5 m). Prima di entrare al museo tutti i visitatori dovranno igienizzarsi le mani.

* Il personale del museo rileverà la temperatura dei visitatori, cui sarà vietato l’accesso se questa risulterà superiore ai 37,5° C, ed accompagnerà i visitatori alla visita a piccoli gruppi (massimo 10 persone) tali da consentire il mantenimento dell’opportuno distanziamento. Per tale motivo in tutto il museo e per tutta la visita dovrà essere rispettata la distanza minima di 1,5 m. tra le persone.

* All'ingresso della struttura sarà a disposizione dei visitatori un dispenser con il disinfettante per le mani.

Si dovranno osservare i cartelli con le prescrizioni posti all'ingresso e seguire le indicazioni del personale di vigilanza.

Accesso consentito ai visitatori solo ed esclusivamente se in accordo con la normativa in vigore.

Indirizzo

via Roma, 79
56011 Calci

Orari

Vedi dettaglio orario (1)

Situazione Emergenziale Aperture :

Aperture Attive

Informazioni

polomusealetoscana.beniculturali.it/index.php?it/180/calci-pi-museo-nazionale-della-certosa-monumentale-di-calci
drm-tos.certosadicalci@beniculturali.it
Tel: +39 050 938430
Chiusura: Vedi dettaglio orario (1)
Intero: 5,00 €
Ridotto: 2,00 € Riduzioni e gratuità secondo le norme di legge previste per i musei statali.