Ministero per i beni e le attività culturali

Menu
Sei in: Home / Notizie / Notifiche

Musei statali: i dati del 2018

Il 2018 è stato un anno di crescita per i musei e siti archeologici statali: oltre 55 milioni di persone hanno visitato i luoghi della cultura del MiBAC, con un incremento superiore ai cinque milioni rispetto al 2017.

Il Direttore generale Musei, Antonio Lampis, ha commentato: “Pochi ambiti crescono del 5% di questi tempi. La performance positiva dell’insieme deve sostenere i musei più piccoli e a tale scopo servono i meccanismi di compensazione. Ricordo sempre che nei musei il vero risultato cui tendere non è quello di vendere biglietti, ma di saper offrire, come dicono le norme, effettive esperienze di conoscenza. Resta corretto riferire dei numeri, che sono lo specchio dell’impegno e spesso del sacrificio di tanti lavoratori, dentro e fuori dai musei”.

I luoghi più visitati

Al primo posto si conferma l’area Colosseo – Foro Romano – Palatino che fa segnare un + 8,73% (da 7.036.104 visitatori del 2017 a 7.650.519 del 2018). Seguono:

  • in seconda posizione l’area archeologica di Pompei, con 3.646.585 visitatori nel 2018 (+ 7,78% rispetto al 2017),
  • in terza posizione le Gallerie degli Uffizi, con 2.235.328 ingressi (con un leggerissimo decremento dello 0,19% rispetto all’anno precedente).

Tra i 30 siti più visitati nel 2018, crescono:

  • i Musei Reali di Torino (+ 27,82%),
  • Palazzo Pitti a Firenze (+ 24,23%),
  • le Grotte di Catullo e il museo archeologico di Sirmione (+ 18,83%),
  • il Giardino di Boboli a Firenze (+ 17,92%), il quinto sito più visitato in Italia.

I primi 30 musei più visitati sono così distribuiti nel territorio nazionale:

  • 8 nel Lazio,
  • 6 in Campania,
  • 5 in Toscana,
  • 4 in Lombardia,
  • 3 in Piemonte,
  • 2 in Veneto,
  • 1 in Puglia,
  • 1 in Friuli Venezia Giulia.

Tutti i dati sono disponibili sul sito www.beniculturali.it