Ministero per i beni e le attività culturali

Menu
Sei in: Home / Notizie / Notifiche

Vademecum per i direttori dei Poli museali e dei Musei autonomi

La Direzione generale Musei pubblica un Vademecum, che sarà costantemente aggiornato, utile per i direttori dei Poli museali e degli Istituti dotati di autonomia speciale del Ministero per i beni e le attività culturali.

Il Vademecum è pensato per la professione di direttore di museo statale, con un taglio essenzialmente operativo,  ma contiene modelli di atti e informazioni certamente utili anche per altri direttori di musei.

Il Direttore generale Antonio Lampis nella premessa affronta il tema di come dirigere un museo o un luogo della cultura sia ormai definibile come un mestiere specifico all’interno delle professionalità culturali, che richiede competenze vaste sia nell’ambito culturale, sia in quello gestionale.

Oggi per dirigere un museo statale è necessaria la conoscenza delle caratteristiche storiche e attuali dell’istituto, delle collezioni in esso racchiuse, di quanto pubblicato nel sito dell’istituto nella sezione amministrazione trasparente riguardo al testo vigente dello Statuto, piano della performance, bilancio.

È inoltre indispensabile la conoscenza della normativa italiana in tema di norme generali sull’ordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche (D.lgs 165/2001), codice dei beni culturali e del paesaggio (D.lgs 42/2004); codice dei contratti pubblici (D.lgs 50/2016); sicurezza sul lavoro (D.lgs 81/2008 ); sicurezza antincendio (DPR 151/2011), organizzazione e funzionamento dei musei statali (DM 23.12.2014), livelli minimi uniformi di qualità per i musei e i luoghi della cultura di appartenenza pubblica e attivazione del Sistema museale nazionale (DM 18.2.2018 cfr . la versione dei livelli di qualità, in diverse lingue, è rinvenibile in musei.beniculturali.it).

Se le norme di riforma del MiBAC e quello di riforma dei musei statali del 2014 individuano bene i compiti del direttore di un museo o di polo museale, con la pubblicazione di questo Vademecum la Direzione generale Musei intende offrire un servizio e un aiuto per svolgere questo difficile mestiere.

Approfondite considerazioni riguardo  aspetti giuridici ed economici sono affrontate nel testo “Tecnica”, diritto ed economia: i nuovi saperi dei direttori museali.

Redatto da Antonio Tarasco, Direttore del Servizio I “Collezioni museali”, spiega come la riforma richieda a tutti i direttori di musei professionalità gestionali che affianchino alle “competenze tecnico-scientifiche”, connesse a ogni specifica realtà museale, conoscenze e abilità di natura giuridica, economica e comunicativa.

Il Vademecum – che intende offrire ai direttori un’occasione per tale approfondimento multidisciplinare – si propone come strumento di semplificazione amministrativa e di uniformità delle quotidiane prassi gestionali, tale da promuovere un lavoro più snello e omogeneo per gli aspetti giuridici e contabili.

Il testo è anche un utile guida per chi vuole prepararsi alle selezioni per direttore di museo.

Indice Vademecum

La pubblicazione è disponibile in download gratuito e tratta i seguenti argomenti:

  1. Principali fonti normative su musei e parchi archeologici
  2. Principali pratiche e adempimenti amministrativi connessi all’insediamento
  3. Personale
  4. Bilancio
  5. Contrattualistica
  6. Trasparenza e prevenzione della corruzione
  7. Concessioni d’uso dei beni culturali (c.d. prestiti)
  8. Sicurezza del patrimonio, del personale, dei visitatori
  9. Efficienza energetica degli edifici
  10. Accessibilità
  11. Assicurazioni dei beni culturali (c.d. garanzia di Stato)
  12. Tutela delle collezioni
  13. Valorizzazione delle collezioni
  14. Fonti di finanziamento (2014 – 2020)
  15. Nomi, brand e marchi commerciali

(Nota: per una lettura e visione ottimale del Vademecum si consiglia l’utilizzo del programma gratuito Adobe Acrobat Reader DC)